Ezio Gribaudo. Viaggi della memoria – Mirò, Savinio, De Chirico, Fontana, la Biennale di Venezia del 1966 e i teatri del tempo

19

Artista, editore, collezionista, operatore culturale, Ezio Gribaudo è una figura anomala nel panorama artistico del Novecento italiano che è riuscito ad intravedere, laddove alcuni vedevano solo scarti tipografici, degli stimoli per poter creare, attraverso una proposta seriale, delle opere uniche e originali.

La mostra, aperta dal 11 giugno al 28 agosto 2011, vuole ripercorrere le tappe più importanti della sua carriera: dai lavori esposti e premiati alla Biennale di Venezia nel 1966 fino alla partecipazione alla stessa manifestazione nel 2011 nel Padiglione Italia. Una sorta di viaggio della memoria alla scoperta dell’uomo e dell’artista, che mette anche in luce gli incontri avuti con i protagonisti del mondo artistico internazionale con i quali ha realizzato importanti libri d’arte e dei quali ha collezionato le opere tra cui Joan Miró, Alberto Savinio, Giorgio De Chirico, Lucio Fontana, Pierre Alechinsky, Karel Appel, Asger Jorn, Jean Dubuffet, Hans Hartung, Henry Moore, Antoni Tápies.

11 giugno – 28 agosto 2011